FANDOM


Riga 35: Riga 35:
 
==Vie d'accesso==
 
==Vie d'accesso==
 
Si raggiunge da Genova, Chiavari o Piacenza Rezzoaglio, da cui si sale a Magnasco. Da lì si svolta a destra salendo al [[Lago delle Lame]], da cui si prosegue ai piedi lungo una stradetta forestale (frecce PNO) che sale con vari tornanti fino a sbucare in un piccolo pianoro boscoso dove scorre il Rio Asperelle. Si lascia a destra un sentiero per la Cappella delle Lame e, pochi metri dopo, si abbandona la sterrata andando a destra su un sentiero (freccia PNO) che attraversa il Rio Asperelle. Al bivio successivo si va a destra (freccia PNOO) e in brevissimo tempo si è al lago.
 
Si raggiunge da Genova, Chiavari o Piacenza Rezzoaglio, da cui si sale a Magnasco. Da lì si svolta a destra salendo al [[Lago delle Lame]], da cui si prosegue ai piedi lungo una stradetta forestale (frecce PNO) che sale con vari tornanti fino a sbucare in un piccolo pianoro boscoso dove scorre il Rio Asperelle. Si lascia a destra un sentiero per la Cappella delle Lame e, pochi metri dopo, si abbandona la sterrata andando a destra su un sentiero (freccia PNO) che attraversa il Rio Asperelle. Al bivio successivo si va a destra (freccia PNOO) e in brevissimo tempo si è al lago.
[[Categoria:Laghi della Liguria]]
+
[[Categoria:Laghi della Liguria|Code]]
[[Categoria:Laghi dell'Appennino Ligure]]
+
[[Categoria:Laghi dell'Appennino Ligure|Code]]
[[Categoria:Laghi della Val d'Aveto]]
+
[[Categoria:Laghi della Val d'Aveto|Code]]

Revisione delle 12:50, ott 14, 2011

Lago Code d'Asino
DSCN4230

Origine

glaciale

Altitudine

1275 m

Superficie

2130 mq

Lunghezza massima

60 m

Larghezza massima

47 m

Profondità massima

1,5 m

Regione

Liguria

Provincia

Genova

Comune

Rezzoaglio

È laghetto stagionale di origine glaciale posto nel mezzo della foresta delle Lame, sul versante nord-ovest del Monte Aiona, in val d'Aveto. Si trova in una conca poco incavata, a poca distanza dal Lago Asperelle. Essendo stagionale, esiste solo in primavera e autunno, mentre d'inverno ghiaccia ed in estate asciuga lasciando posto ad un praticello coperto da piccoli equiseti (detti appunto code d'asino) e ricco di zanzare.

Quando è al massimo del livello acqueo, cioè tra fine aprile ed inizio giugno, si presenta come un lago dall'acqua molto limpida esteso per circa 2130 mq e profondo al massimo un metro e mezzo.

L'immissario nasce poco ad ovest del Lagastro ad una quota di circa 1330 m, e si immette nel lago con una specie di piccolo delta in una zona pianeggiante che lo stesso ha strappato al lago immettendovi sedimenti. L'emissario è un ruscello che si immette nel sottostante Rio Asperelle.

La flora palustre è costituita da equiseti (Equisetum palustre), piante risalenti all'era paleozoica. Gli equiseti sono popolarmente chiamati "code di cavallo" o "code d'asino", e da questo deriva il nome del lago.

La fauna invece è costituita da tritoni, rane temporarie per quanto riguarda gli anfibi, mentre per quanto riguarda gli insetti ci sono plecotteri, coleotteri e, in estate, zanzare. Ovviamente il lago, essendo temporaneo, non ospita pesci.

Poco ad oriente del lago, sulla destra del sentiero d'accesso, si trova un altro minuscolo laghetto temporaneo, esteso per circa 300 mq.

Vie d'accesso

Si raggiunge da Genova, Chiavari o Piacenza Rezzoaglio, da cui si sale a Magnasco. Da lì si svolta a destra salendo al Lago delle Lame, da cui si prosegue ai piedi lungo una stradetta forestale (frecce PNO) che sale con vari tornanti fino a sbucare in un piccolo pianoro boscoso dove scorre il Rio Asperelle. Si lascia a destra un sentiero per la Cappella delle Lame e, pochi metri dopo, si abbandona la sterrata andando a destra su un sentiero (freccia PNO) che attraversa il Rio Asperelle. Al bivio successivo si va a destra (freccia PNOO) e in brevissimo tempo si è al lago.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.